Laser Co 2

Il laser CO2 pulsato o frazionato consiste in un raggio ad anidride carbonica che agisce sul contenuto d’acqua delle cellule, vaporizzandole. Il bersaglio del laser CO2 è quindi l’acqua contenuta all’interno delle cellule, senza danneggiare o ustionare i tessuti circostanti. I vantaggi del laser CO2 sono rappresentati da un ridotto danno termico, minor sanguinamento, minore infiammazione e miglior cicatrizzazione. Infatti è ideale nei casi di pelle molto rovinata e poco elastica perchè non solo elimina gli strati più superficiali ma è anche in grado di determinare una importante contrazione delle fibre collagene ed elastiche presenti nel derma e rendere perciò la pelle molto più tonica. Un altro vantaggio del laser C02 è dato dalla sicurezza che le zone che vengono trattate vengono “livellate” sempre dello spessore desiderato Il laser agisce sulla pelle grazie ad un sistema computerizzato che fa in modo che il raggio generi uno spot di dimensioni variabili e consente così di trattare rapidamente ampie aree del viso o di altri distretti corporei. Vengono così eliminati gli strati superficiali della pelle rinnovadola e levigandola. L’effetto termico riscalda invece gli strati profondi stimolando la produzione di collagene da parte di cellule specifiche (i fibroblasti ) per ottenere un compattamento cutaneo e quindi un effetto lifting. L’avvento del laser frazionato ha provocato una vera rivoluzione nel panorama dei laser medicali. A differenza del Laser CO2 convenzionale considerato troppo aggressivo, con il laser frazionato si ottiene un ottimo rimodellamento cutaneo con esiti minimi. Risulta quindi particolarmente gradito dai pazienti che possono riprendere rapidamente le loro normali attività relazionali. Mediante un algoritmo matematico che considera il rilassamento termico dei tessuti, il laser frazionato distribuisce una precisa matrice di microspots che penetra nel derma superficiale incentivando la formazione di nuovo collagene e producendo allo stesso tempo un effetto lifting immediato. L’immediata contrazione delle fibre collagene che ne consegue riduce le rughe e migliora la lassità cutanea realizzando quello che gli americani chiamano EFFETTO TIGHTENING. Nel campo della chirurgia estetica il laser CO2, invisibile ed a raggi infrarossi, ha soppiantato il bisturi in molti tipi di intervento. Il laser CO2 emette radiazioni nella banda degli infrarossi che distruggono le cellule per vaporizzazione del contenuto acquoso, e quindi il ridotto danno termico e la diminuzione del sanguinamento lo rendono indicato per le incisioni chirurgiche dove alla contenuta risposta infiammatoria corrisponde una migliore cicatrizzazione. I vantaggi rispetto al bisturi tradizionale sono: Precisione assoluta, Cicatrici poco bisibili, Ridotto sanguinamento, Tempi di guarigione ridotti.

Che significa Frazionato?

Questa tecnica determina una serie di danni termici microscopici a diverse profondità, minimamente ablativi (resurfacing microablativo). La scansione frazionale crea punti di penetrazione nel tessuto, separati da tratti di cute integra in modo tale che da questa partirà la rigenerazione del tessuto. Si formano in tal modo delle colonne termiche che diffondono calore alle zone circostanti provocando shrinkage immediato e denaturazione del collagene con successiva neocollagenogenesi. Tutto ciò determinerà ringiovanimento cutaneo minimamente invasivo.

Indicazioni terapeutiche per il laser CO2

Il laser CO2 è spesso utilizzato al posto del bisturi, ed inoltre per effettuare trattamenti laser per vari inestetismi o patologie, quali:

  • Peeling superficiali
  • Ringiovanimento cutaneo ablativo – skin resurfacing
  • Rughe delle labbra
  • Rughe rughe degli occhi
  • Rughe del volto
  • Verruche
  • Fibromi
  • Condilomi
  • Cheratosi seborroiche
  • Cicatrici da acne
  • Cicatrici ipertrofiche
  • Rimozione di piccole neoformazioni benigne
  • Cheratosi
  • Rinofima
  • Pigmentazioni cutanee

Effetto Lifting Tightening

La stimolazione termica profonda aiuta la cute a compattarsi e contribuisce al ringiovanimento del viso. L’immediata contrazione delle fibre collagene che ne consegue riduce le rughe e migliora la lassità cutanea Il Laser resurfacing può essere ripetuto per due volte nei mesi successivi per avere un risultato più incisivo.

Il trattamento delle macchie cutanee

Il trattamento delle macchie cutanee non è la funzione primaria del Laser CO2 ma dopo resurfacing si assiste spesso a un buon miglioramento di questi inestetismi.

Chirurgia dermatologica – Dermochirurgia
Il laser CO2 usato nella sua funzione primaria come raggio singolo è molto utile nell’esecuzione dei più frequenti interventi di dermatochirurgia:
asportazione di Nei cutanei e neoformazioni di vario tipo
trattamento di cheratosi e verruche seborroiche
asportazione di verruche volgari
asportazione di dermatofibromi (” carni crescenti”)
trattamento delle cicatrici.

Smagliature
Ottimi risultati si ottengono nel trattamento delle smagliature bianche, cioè di vecchia data. In effetti attraverso l’azione del laser si riesce da un lato a rimuovere parte della smagliature e dall’altro ad innescare un processo di rigenerazione dermica. I risultati sono molto buoni potendo ottenere una netta riduzione fino, in alcuni casi, alla scomparsa della lesione.

Cicatrici post acne
Ottimi sono i risultati che si possono ottenere sulle cicatrici post-acne che inevitabilmente residuano dopo il processo infiammatorio della fase attiva “pustola”. Sicuramente i migliori risultati si ottengono sulle lesioni più superficiali , cosiddette a conchetta, mentre su quelle più profonde riusciamo solamente ad avere un modesto miglioramento. Ottimi sono anche i risultati sulle pigmentazioni post infiammatorie che spesso residuano nelle aree sedi di pregresse lesioni. Il protocollo per le cicatrici acneiche è di una seduta ogni 45 giorni per un totale di 4-5 sedute.

Ringiovanimento cutaneo con Laser CO2
Il laser Co2 è spesso adoperato per il ringiovanimento cutaneo ablativo, detto anche Laser Skin Resurfacing. Infatti nei casi di pelle rovinata e poco elastica il resurfacing con laser Co2 elimina gli strati più superficiali della pelle che verrà rigenerata da nuovo tessuto, e provoca una contrazione delle fibre di collagene rendendo la pelle molto più tonica. In particolare ad esempio, il peeling effettuato con laser Co2 provoca la vaporizzazione dello strato superficiale della pelle e la successiva formazione di nuovo tessuto, che dona alla pelle un aspetto più giovane e fresco.

Prima del trattamento con Laser CO2

Prima del trattamento con laser Co2 è importante evitare l’esposizione al sole o a lampade UVA e non assumere farmaci che aumentano la sensibilità della pelle alla luce. Prima del trattamento solitamente viene applicata, sulla cute da trattare, una crema anestetica.

Dopo il trattamento con Laser CO2

Dopo il trattamento la pelle rimane arrossata per qualche giorno, e in questo periodo é da evitare l’esposizione al sole o alle lampade abbronzanti, e dopo il trattamento il medico applicherà una crema antibiotica ed antinfiammatoria Per alcuni giorni fino alla guarigione. Dopo il trattamento il paziente potrà presentare eritema ed edema per 2-3 giorni, colorito bronzeo circa 7 giorni, sensazione di secchezza cutanea per alcuni giorni (che svanisce con l’uso regolare di creme idratanti) e una esfoliazione leggera per alcuni giorni. Fra le cure domiciliari post-trattamento si ricorda l’importanza di una detersione delicata quotidiana con un detergente non aggressivo e senza strofinare, ma tamponando la cute del viso. E’ permesso l’uso di make up. E’ obbligatorio l’uso di protezione solare molto alta almeno fino a un mese dopo l’ultimo trattamento con laser frazionato. Lavando il viso gli strati di pelle morta si staccano gradualmente scoprendo la pelle rinnovata che appare fresca e rosea. Si può tornare alle normali attività quotidiane subito dopo , considerando la variabilità di ogni persona. Il risultato, subito evidente, migliora nei mesi successivi. E’ assoluto il divieto all’uso di lampade abbronzanti o all’esposizione solare almeno 15 giorni prima, durante tutta la fase del trattamento laser e per almeno 15 giorni dopo l’ultima seduta laser. L’uso di farmaci anti-infiammatori quali acido acetil salicilico e derivati è sconsigliabile dopo il trattamento.. . Di norma non è consigliato l’uso di antibiotici somministrati per via orale a scopo preventivo e profilattico. Pazienti sofferenti di herpes cutaneo o labiale recidivante dovranno, a scopo profilattico, assumere per via orale nei giorni precedenti l’intervento acyclovir cps., soprattutto se l’intervento coinvolgerà la cute del viso.

In ogni caso è necessario per i trattamenti con laser Co2, affidarsi sempre ad un Medico preparato, serio e competente, presso una struttura seria ed affidabile, che garantisca al paziente la massima sicurezza, sia per evitare possibili complicanze quali ustioni, danni termici, o problemi di cicatrizzazione, che per un risultato finale ottimale.

Costi

Il costo del resurfacing frazionato varia tra 200 e 800 euro in base all’estensione del trattamento.
Il costo della dermatochirurgia varia in media tra 100 e 300 euro a seduta.